LA SCANSIONE INTRAORALE NELLO STUDIO DENTISTICO DEL TERZO MILLENNIO – ed. 2023

LA SCANSIONE INTRAORALE NELLO STUDIO DENTISTICO DEL TERZO MILLENNIO – ed. 2023

 145,00 I prezzi si intendono comprensivi di IVA.

Esaurito

Descrizione

LA SCANSIONE INTRAORALE NELLO STUDIO DENTISTICO DEL TERZO MILLENNIO – EDIZIONE 2023
35 CREDITI ECM
DURATA IN ORE: 35 H
VALIDITA’: SINO AL 05.03.2024
ABSTRACT

Gli scanner intraorali sono macchinari per l’acquisizione diretta dei modelli tridimensionali (3D) delle arcate dentarie del paziente, ormai sempre più diffusi negli studi odontoiatrici moderni.
Similmente ad altri scanner 3D, gli scanner intraorali proiettano una fonte luminosa (laser o, più frequentemente, luce strutturata) sull’oggetto da scandire, in questo caso le arcate dentarie (con o senza denti preparati o scanbodies, ovvero i moderni transfers da impronta).

Tale fonte luminosa impatta sui tessuti dento-gengivali (e sugli scanbodies implantari) e subisce una deformazione, che è catturata dalle telecamere dello scanner; tale informazioni vengono inviate al software dello scanner, che genera una nuvola di punti. Questa nuvola di punti viene quindi triangolata dallo stesso software, creando un modello di superficie 3D (o mesh).

Questi modelli di superficie dei tessuti dento-gengivali sono il risultato dell’impronta ottica e rappresentano pertanto l’alternativa “virtuale” ai modelli in gesso, risultato della colatura delle impronte tradizionali. Sebbene gli scanner intraorali trovino sempre maggiore diffusione in ambito clinico, nelle diverse branche dell’odontoiatria (conservativa e protesi, chirurgia ed ortodonzia) molti aspetti legati a queste macchine sono ancora poco chiari o scarsamente conosciuti; il Corso “La Scansione Intraorale nello Studio Dentistico del Terzo Millennio” ha lo scopo di chiarire tutti i dubbi su questi macchinari, il loro funzionamento, i protocolli clinici ed applicativi.

OBIETTIVO FORMATIVO

2 – Linee guida – protocolli – procedure

PROGRAMMA
  1. Introduzione all’Odontoiatria Digitale;
  2. Gli scanner intraorali: cosa sono e come funzionano;
  3. Caratteristiche principali degli scanner intraorali;
    • Caratteristiche matematiche;
      • Verità e precisione;
      • Risoluzione di acquisizione;
      • Tassellazione e topografia;
    • Operatività clinica;
      • Necessità di opacizzazione;
      • Velocità di scansione;
      • Colore;
      • Dimensioni delle punte;
      • Sistema aperto o chiuso;
      • Costi di acquisto e gestione;
  4. Vantaggi e limiti della scansione intraorale;
    • Vantaggi della scansione intraorale;
      • Minor disagio per il paziente;
      • Efficienza temporale;
      • Semplificazione delle procedure cliniche;
      • Niente più modelli in gesso;
      • Migliore comunicazione con il laboratorio odontotecnico;
      • Migliore comunicazione con il paziente;
    • Limiti della scansione intraorale;
      • Difficoltà nel catturare un’impronta accurata dell’arcata completa;
      • Difficoltà nel rilevare i margini di preparazione nel dente naturale;
      • Curva di apprendimento;
      • Costo economico;
  5. Applicazioni cliniche degli scanner intraorali
  6. La scansione intraorale in protesi
    • La scansione intraorale in protesi fissa;
      • L’impronta ottica del dente naturale: principi teorici;
      • L’impronta ottica del dente naturale: aspetti pratici;
      • L’impronta ottica su impianti: principi teorici;
      • L’impronta ottica su impianti: aspetti pratici;
    • La scansione intraorale in protesi rimovibile;
  7. La scansione intraorale in chirurgia;
    • La scansione intraorale in chirurgia implantare guidata;
      • L’impronta ottica in chirurgia implantare guidata: principi teorici;
      • L’impronta ottica in chirurgia implantare guidata: aspetti pratici;
  8. La scansione intraorale in ortodonzia;
VALUTAZIONE APPRENDIMENTO

Test finale con 105 domande a scelta quadrupla con una sola risposta esatta. Come richiesto dal Ministero della Salute, sarà prevista la variazione casuale ma sistematica dell’ordine dei quesiti e dell’ordine delle risposte esatte.

DESTINATARI
  • Odontoiatra;
  • Igienista dentale;
  • Medico chirurgo (chirurgia maxillo-facciale);
  • Tecnico sanitario di radiologia medica;
  • Fisica sanitaria.
MEZZI TECNOLOGICI NECESSARI

Minimo standard di connessione: Internet ADSL, Fibra, 4G.

Browser richiesti: non vi sono particolari indicazioni sul tipo di browser da utilizzare. I più comuni come Internet Explorer, Google Chrome oppure Firefox sono quelli consigliati.

IMPORTANTE: è necessario verificare che il browser utilizzato sia aggiornato nella versione più recente!

Strumenti per partecipare al corso: fortemenete consigliato il PC, smartphone o tablet.

DESCRIZIONE MODULO FORMATIVO

Il corso si compone da materiale in formato pdf (con circa 500 immagini).