MERCANTI E MONETE

MERCANTI E MONETE

 14,00 I prezzi si intendono comprensivi di IVA.

Disponibile

Location

MERCANTI E MONETE DELLA SERENISSIMA

di Alvise Zorzi

2 tomi racchiusi in un unico cofanetto

“Costoro non seminano, non arano, non vendemmiano, ma comprano dappertutto grano e vino”: questa cronaca dell’VIII secolo descrive perfettamente l’attitudine innata dei Veneziani al commercio, riconosciuta in tutto il mondo fin dall’antichità. Proprio per questo motivo la moneta di Venezia è stata per secoli la valuta più pregiata di tutte, una moneta di cui vale la pena ripercorrere la storia, a partire dal Denaro d’argento, la piccola moneta battuta per Venezia nell’830 da Ludovico il Pio, passando per il celeberrimo Zecchino, che rimase in circolazione per più di 500 anni, fino al Tallero. Queste monete, inevitabilmente, si legano alle vicende avventurose dei mercanti e dei commerci di Venezia, la cui narrazione non poteva che essere affidata ad uno scrittore e storico veneziano, Alvise Zorzi. L’autore riconosce che la bellezza e lo splendore della sua città discendono, in ultima analisi, proprio dal commercio: “Era stato il commercio a promuovere lo sviluppo della confederazione lagunare che aveva dato origine a Venezia, e poi a finanziare, per secoli, la forza della più potente città-stato del Mediterraneo, a stabilirne il vasto impero coloniale e ad assicurare la lunghissima indipendenza e la lunga sovranità sul mare”.

Curatori:

Autori: Alvise Zorzi