La devitalizzazione è un intervento chirurgico tramite il quale è possibile riparare denti compromessi da carie o traumi che hanno leso gravemente la polpa dentale.

Questa operazione ha un grandissimo vantaggio: permette di salvare il dente senza estrarlo.

L’intervento di devitalizzazione inizia con un radiografia e si struttura in due sedute. Di seguito gli step principali:

  • esecuzione dell’anestesia locale,
  • posizionamento della diga,
  • foratura del dente,
  • si rimuove la polpa dentale e il materiale infetto depositato all’interno del dente,
  • si disinfetta il canale radicolare,
  • si riempie il canale con guttaperca (una resina naturale che si trasforma in idrossido di calcio)
  • si sigilla il dente con un’otturazione.
DEVITALIZZAZIONE

Eseguita la prima seduta, si procede con la seconda con:

  • la rimozione dell’otturazione temporanea,
  • la ricostruzione del dente,
  • la copertura del dente con una capsula.
I VANTAGGI DELLA DEVITALIZZAZIONE

Questa procedura ha molti vantaggi, tra i principali:

  • permette di salvare il dente;
  • l’intervento è quasi indolore;
  • cura l’infezione;
  • fa passare il dolore.

Va però ricordato che un dente devitalizzato è più fragile di un dente “vivo” o meglio, dotato di polpa.

Fonte: centridentisticiprimo.it