Che cos’è il marketing conversazionale?

 

Quando si parla di marketing conversazionale si intende quell’approccio del marketing digitale che consente di far intraprendere agli utenti una vera e propria conversazione con il brand, principalmente attraverso app di messaggistica istantanea e automazioni; aiuta a costruire relazioni di valore fra brand e acquirenti.

Questo tipo di strategia permette di mantenere standard qualitativi di servizio clienti molto alti e raccogliere dati rilevanti, senza la necessità di un costante intervento umano.

Ora che abbiamo una prima idea di cos’è il marketing conversazionale, scopriamo come esso riesca ad essere così efficace e quali sono i principali vantaggi.

Per gestire in maniera più rapida ed efficace le richieste dei potenziali clienti, ci si affida al dialogo. Le strategie di marketing conversazionale prevedono quindi l’integrazione di chatbot, automazioni, app di messaggistica di varia natura per raggiungere gli utenti in modo più semplice e diretto.

Oggi, infatti, quando siamo intenzionati ad acquistare un prodotto dobbiamo prima fare delle scelte, acquisire informazioni, cercare risposte ai nostri dubbi su determinati articoli, confrontare le caratteristiche, ecc. ed è da questo modo di agire che che nasce l’applicazione di questa tipologia di marketing. Per farlo, ci si deve servire di ogni canale disponibile per arrivare a soddisfare le richieste degli acquirenti.

Come acquirenti abbiamo bisogno di essere ascoltati, di avere accesso in modo semplice alle informazioni che vogliamo e quindi di entrare in relazione con il brand o con l’azienda dalla quale stiamo per acquistare.

Un’azienda che permette ai suoi potenziali clienti di fare domande dirette e che risponde in modo esaustivo e veloce è un’azienda che ispira fiducia.

Quali sono i vantaggi per i business? 

 

I vantaggi che il marketing conversazionale può portare ai business sono diversi: i chatbot*, per esempio, riescono a offrire un’esperienza più umana rispetto ai classici form di richiesta informazioni, e permettono anche di migliorare le strategie a partire dalla raccolta di dati e di feedback.

Attraverso i diversi canali sfruttati in ambito del marketing conversazionale, si possono  anche ottenere dati rilevanti e migliorare la customer experience sul nostro e-commerce.

Non dimentichiamo che le automazioni possono anche migliorare la gestione delle spedizioni. Un metodo efficace per gestire le comunicazioni relative alle spedizioni può essere utilizzare messaggi Whatsapp.

Dopo aver effettuato l’ordine sull’e-commerce il cliente:

  • Può rimanere aggiornato sulla spedizione e sulla consegna;
  • Riceve informazioni sui prodotti correlati o offerte dedicate;
  • Si sente coinvolto con comunicazioni personalizzate ed empatiche;
  • Ha più propensione a lasciare una recensione positiva.

Il risultato per il business è tanto tempo risparmiato su base mensile e l’utilizzo di molte risorse in meno.

 

*Per chatbot si intende quegli strumenti che permettono di inviare risposte automatiche a fronte di determinate parole o frasi o richieste degli utenti. Possono essere integrati sia sul proprio sito web che attraverso l’uso di piattaforme esterne

Come mettere in pratica queste strategie e quali strumenti utilizzare?

 

  • Impostare una strategia per invogliare gli utenti ad entrare in contatto con il brand;
  • Calibrare il tone of voice dell’azienda e renderlo coerente con l’approccio che si vuole avere;
  • Integrare tutti i dati del servizio clienti in un’unica piattaforma di analytics, così da avere un quadro approfondito del customer journey.

Per quanto riguarda gli strumenti da utilizzare, sono essenzialmente di tue tipi:

  • App o software di live chatting (vanno integrati sul sito web e consentono ai gli utenti e al team di inviare e ricevere messaggi in tempo reale)
  • App di messaggistica istantanea esterne (come Whatsapp, Facebook Messenger, Telegram)

Inoltre è possibile integrare a questi strumenti dei sistemi di intelligenza artificiale e far sì che essi “apprendano” man mano che interagiscono con gli utenti, in modo da inoltrare le richieste al servizio clienti o rispondere in maniera più precisa senza interventi da parte dei membri del team.

 

Abbiamo visto, quindi, come il marketing conversazionale e un buon utilizzo degli strumenti a lui dedicato è fondamentale per chi gestisce un business e possiede un e-commerce. Resta chiaro che coltivare le relazioni con i propri utenti significa attrarre più clienti e renderli più propensi ad acquistare di nuovo e parlare bene di quel business ad altre persone.

Fonte: https://isendu.it/blog/marketing-conversazionale/

La ripresa post Covid-19:
approcci, strategie e suggerimenti che possiamo ‘rubare’ alle aziende cinesi.

 

RIPRESA POST COVID-19

La Fase 2 ha portato con sé la tanto attesa ripartenza delle attività economiche. Ripartenza mai sperimentata prima d’ora e motivo di numerosi quesiti e dubbi sulle modalità più appropriate per la sua gestione.

L’operato delle grandi realtà cinesi può però in questo caso aiutare gli italiani, avendola per prime vissuta e sperimentata. Su tale considerazione, l’Harvard Business Review ha pubblicato un articolo dedicato: “How Chinese Companies have responded to Coronavirus”.

RIPRESA POST COVID-19

Una ricerca con veri e propri casi studio reali, confermati da questi 12 suggerimenti utili per ripartire con la propria attività:

Guardare al futuro modificando continuamente le strategie

Elaborare un piano di crisi e ripresa dinamici, che consentano di rielaborare anche in corso d’opera i propri piani d’azione e le proprie strategie.

Leadership forte, ma pronta al cambiamento

Adottare uno stile di leadership deciso ma accogliere anche spunti e suggerimenti dai propri collaboratori.

Condividere linee guida chiare e sicure per i dipendenti

Adottare un piano di informazione chiaro che fornisca direttive non equivocabili.

Ridistribuire il lavoro per nuove attività

Rivedere l’attività produttiva e riprogrammare le mansioni da svolgere.

Aggiornare i canali di vendita

Riprogrammare le modalità di vendita dei propri prodotti, prediligendo quelli online.

Utilizzare i Social Media per coordinarsi con collaboratori e partner

Adottare modalità di comunicazione istantanee ed innovative.

Prepararsi per una ripresa molto rapida

Coordinare le attività ancor prima di poterle attuare per ottimizzare la gestione del tempo.

Ogni settore ha le sue tempistiche di recupero

Non tutti i settori affrontano la ripartenza con la stessa rapidità. L’analisi di settore sarà indispensabile per pianificare la propria ripartenza.

Creare nuove opportunità nelle avversità

Ogni crisi è possibilità di rinnovamento. Creare o integrare attività nuove a quelle già svolte può allargare il proprio mercato e velocizzare la ripresa.

Considerare la localizzazione geografica nella definizione della strategia di ripresa

La propria posizione geografica può influire sulle tempistiche di ripresa. Come la diffusione del virus non è stata omogenea, anche quella del fermo delle attività può aver conseguenze diverse in base alla loro localizzazione.

Rinnovare le offerte dell’attività sulla base di nuove esigenze dei clienti

Ora più che mai è importante focalizzare la propria attenzione ai clienti. Anche loro sono cambiati e le loro esigenze potrebbero essere diverse.

Individuare nuove abitudini di acquisto

La società sta cambiando e ora più che mai il mondo online è confermato ed in continua evoluzione. Sapere che gli acquisti tramite e-commerce sono sempre più numerosi può essere d’aiuto per la propria modalità di vendita.

RIPRESA POST COVID-19

Le attività che sapranno trasformare la crisi COVID-19 in un trampolino di lancio saranno quindi quelle in grado di osare e di modificarsi, trasformando le proprie attività al ritmo del cambiamento di mercato e consumatori.